Bandiera Egitto

Egitto: visto turistico e lavorativo

Luca e Bea, autori di ViaggiareVerde.it

Visto turistico

I cittadini italiani possono visitare l’Egitto richiedendo il visto direttamente all’arrivo in aeroporto presentando i seguenti documenti:

  • Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi (oppure in alternativa è possibile visitare il Paese con la sola Carta di Identità, cartacea o elettronica, valida per l’espatrio, con validità residua di almeno 6 mesi  accompagnata da 2 fototessere e ad una fotocopia della stessa).

Il visto viene quindi rilasciato direttamente all’arrivo in aeroporto dietro il versamento di 25 dollari e lo stesso ha una durata di 30 giorni.

Un altra opzioni interessante, per evitare la fila che si crea quasi sempre presso gli aeroporti, è quella di richiedere il visto Egitto online, tramite i siti specializzati che si occupano di tutta la prassi necessaria e ti forniscono il documento pronto per essere utilizzato.

Per i cittadini italiani in viaggio a Sharm el Sheikh è possibile richiedere un visto gratuito definito “Sinai Only” che consente di muoversi solo in un’area specifica del Paese. Maggiori informazioni nel nostro articolo Visto Sinai Only per l’Egitto.

In alternativa è possibile richiedere il visto turistico per l’Egitto anche presso l’Ambasciata di Roma o il Consolato di Milano. In questo caso il visto ha una validità di 3 mesi dal momento in cui viene rilasciato e consente un solo ingresso nel Paese della durata massima di 30 giorni. E’ possibile anche richiedere un visto ad ingressi multipli che ha una validità di 3 mesi dal momento in cui viene rilasciato ma consente più ingressi della durata massima di 30 giorni.

Attenzione! Non è possibile visitare l’Egitto con una Carta di Identità prorogata mediante l’apposizione del timbro sul retro, ne tanto meno con una Carta di Identità Elettronica con cedolino cartaceo di proroga.

Viaggio con bambini: se siete in viaggio con bambini di età inferiore ai 14 anni è necessario presentare, insieme alla sopra indicata documentazione, anche il certificato di nascita emesso dal comune di residenza, sul quale devono essere indicati i nomi dei genitori.

Visto lavorativo

Per ottenere il visto lavorativo per l’Egitto è consigliabile rivolgersi all’Ambasciata o al Consolato in Italia prima della partenza. I documenti necessari sono i seguenti:

  • Modulo di richiesta visto lavorativo compilato e firmato.
  • 2 fototessere con sfondo bianco.
  • Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi accompagnato da una fotocopia dello stesso.
  • Permesso di soggiorno italiano (solo per cittadini non comunitari).
  • Lettera di richiesta dell’azienda italiana su carta intestata in lingua inglese.
  • Lettera di invito dell’azienda egiziana in cui vengono indicati i tempi e la richiesta di ingresso (se si richiede ingresso multiplo è necessario spiegarne i motivi).

Potrebbero interessarti:

Iscriviti alla newsletter

Sconti per viaggiare, novità e consigli di viaggio.

1 commento su “Egitto: visto turistico e lavorativo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *