Bagaglio-da-stiva-cosa-portare-costo-dimensioni-peso-e-regole

Bagaglio da stiva: cosa portare, oggetti vietati, costo, dimensioni, peso e regole

Luca e Bea, autori di ViaggiareVerde.it

Quando si prepara il bagaglio da stiva ci si fanno sempre le stesse domande: cosa posso mettere nel bagaglio e cosa non posso mettere? Quali sono le dimensioni e il peso massimo consentito? Cosa succede se supero di qualche chilo il peso massimo? Oppure cosa devo fare se viene smarrito?

Per chiarire ogni dubbio abbiamo pensato di realizzare questa guida completa sul bagaglio da stiva, con tutto ciò che devi sapere per acquistarlo, prepararlo, caricarlo sul volo e farlo arrivare a destinazione senza ansie e preoccupazioni.

Cos’è il bagaglio da stiva

Con il termine “bagaglio da stiva”, si intende il bagaglio che viene registrato al momento del check-in, per essere poi imbarcato e trasportato nella stiva dell’aereo.

Ci si può riferire al bagaglio da stiva anche con il termine “bagaglio registrato”, oppure “checked baggage” in inglese.

I bagagli da trasportare in stiva devono essere consegnati agli operatori al momento del check-in in aeroporto, prima di effettuare i controlli di sicurezza. In alternativa, se il check-in è stato fatto online, non è necessario fare nuovamente la fila per il check-in in aeroporto, ma è sufficiente consegnare agli operatori il bagaglio da stiva nelle postazioni denominate “consegna bagagli” o “baggage drop-off”.

Il passeggero non può accedere al proprio bagaglio trasportato in stiva, fino alla riconsegna presso l’aeroporto di destinazione.

Vedi anche:

Valigie da viaggio: trolley da cabina, valigie da stiva e set migliori del 2021

Cosa si può portare nel bagaglio da stiva

All’interno del bagaglio da stiva puoi portare quasi tutti gli oggetti solitamente necessari durante un viaggio, compresi articoli che non possono essere trasportati nel bagaglio a mano.

Se ad esempio ti stai chiedendo quanti ml di liquidi puoi mettere nel bagaglio da stiva, devi sapere che puoi portare prodotti liquidi in confezioni maggiori di 100ml (senza limiti sulla quantità totale), oggetti affilati come forbici, taglierini, coltelli, o anche batterie di ricambio al litio (ovvero non installate all’interno del relativo dispositivo elettronico).

Per non dimenticare nulla a casa, ti consigliamo di utilizzare la nostra lista valigia. La puoi spuntare direttamente dal telefono/PC e se non la completi in una volta sola, la troverai così come l’hai lasciata, con alcuni oggetti già spuntati, la prossima volta che tornerai sulla pagina.

Vedi anche:

Cosa mettere in valigia: lista degli oggetti da portare in viaggio

Il bagaglio da stiva ti offre quindi molta più flessibilità rispetto al bagaglio a mano, perché gli articoli non ammessi sono davvero pochi, e molti di questi sono irrilevanti per la maggior parte dei viaggiatori. In ogni caso, è sempre buona norma controllare le istruzioni relative al bagaglio da stiva sul sito ufficiale della compagnia con cui voli.

Chiarito cosa si può portare, ti consigliamo di verificare gli oggetti proibiti, descritti qui sotto, con particolare attenzione a dispositivi elettronici, batterie al litio, sigarette elettroniche e dispositivi medici.

Cosa NON si può portare nel bagaglio da stiva

Bagaglio-da-stiva-cosa-non-si-puo-portare

Nel bagaglio da stiva non puoi portare oggetti quali, ad esempio, batterie di ricambio al litio, powerbank, fiammiferi, accendini, sigarette elettroniche, hoverboard, mini Segway, termometri al mercurio, bombolette spray per difesa personale o spray repellente insetti, vernici o solventi infiammabili (come acetone e lacche).

Per quanto riguarda cibo e prodotti alimentari vari, le restrizioni in merito sono determinate dai singoli paesi. Quindi è bene verificare per quali alimenti è consentita l’importazione, e secondo quali modalità, tramite i siti governativi ufficiali. Spesso è sufficiente compilare un’apposita dichiarazione doganale per non incorrere in sequestri e sanzioni.

Oltre a questi oggetti, comunemente utilizzati in viaggio, molti altri articoli proibiti sono proibiti in stiva. L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, ha stilato un’apposita lista delle tipologie di articoli vietati nel bagaglio da stiva.

Lista articoli vietati nel bagaglio da stiva

  • Esplosivi, fra cui detonatori, micce, granate, mine ed esplosivi;
  • Gas compressi (infiammabili, non infiammabili, refrigeranti, irritanti e velenosi) come i gas da campeggio, bombolette spray per difesa personale, pistole lanciarazzi e pistole per starter;
  • Sostanze infiammabili (liquide e solide) compreso alcool superiore a 70 gradi; sostanze infettive e velenose;
  • Sostanze corrosive;
  • Sostanze radioattive;
  • Sostanze ossidanti;
  • Sostanze magnetizzanti;
  • Congegni di allarme;
  • Torcia subacquea con batterie inserite.

Fonte: FAQ bagagli ENAC

Oltre a questi oggetti, verifica sempre l’eventuale presenza di ulteriori limitazioni e modalità di trasporto sul sito ufficiale della compagnia aerea con cui voli.

Può capitare infatti che compagnie aeree differenti consentano o obblighino il viaggiatore a trasportare lo stesso articolo in modalità differenti.

Ad esempio, alla data di pubblicazione di questo articolo, sui voli Alitalia è possibile trasportare i droni in cabina all’interno del bagaglio a mano, oppure in stiva ma rimuovendo la batteria. Invece sui voli TAP Air Portugal, i droni sono consentiti esclusivamente in stiva, con la possibilità di lasciare la batteria all’interno del dispositivo.

Infine, non puoi trasportare articoli che eccedono le dimensioni o il peso massimo per il bagaglio da stiva; in questo caso, tali oggetti potrebbero essere imbarcati come bagagli speciali o come merce (maggiori informazioni più avanti nell’articolo).

Cosa sono i bagagli speciali e come imbarcarli in aereo

Con il termine “bagagli speciali”, si intendono i bagagli voluminosi, gli articoli sportivi e altre categorie di articoli che non possono essere imbarcati come bagaglio da stiva, ma possono essere comunque trasportati in aereo seguendo apposite procedure.

Ad esempio, sono considerati bagagli speciali i seguenti articoli:

  • Equipaggiamento sportivo (tavola da surf, sci, bicicletta, sacca da golf, etc.);
  • Strumenti musicali (con dimensioni eccedenti quelle di un bagaglio a mano;
  • Armi e munizioni;
  • Bagaglio diplomatico;
  • Urne cinerarie.

Ogni compagnia aerea impone regole specifiche sulle modalità di imbarco e trasporto dei bagagli speciali. Alcune di questi articoli possono essere trasportati anche in cabina, acquistando uno o più posti supplementari (ad esempio opere d’arte, alcuni strumenti musicali, etc.) altri oggetti invece, devono essere necessariamente imbarcati nella stiva dell’aereo (ad esempio armi e munizioni, attrezzatura sportiva particolarmente pesante e ingombrante).

E il passeggino? Se viaggi con un bambino, sarai contento di sapere che nella stragrande maggioranza dei casi, le compagnie aeree permettono di imbarcare gratuitamente il passeggino e di tenerlo con se in cabina. Qualora gli spazi non lo consentissero, il passeggino viene caricato in stiva, senza costi aggiuntivi.

In ogni caso, procedure, peso, dimensioni e modalità di trasporto dei bagagli speciali, sono definite dalla compagnia aerea con cui voli, che andrebbe sempre contattata per avere informazioni aggiornate e dettagliate.

Infine, se devi trasportare bagagli speciali, in stiva o anche in cabina, ti consigliamo di presentarti al bancone del check-in con largo anticipo rispetto all’orario di chiusura. Molte compagnie infatti, richiedono un certo margine di tempo per gestire l’imbarco di tali articoli.

Bagagli a mano imbarcati in stiva

Molto spesso capita di sentirsi chiedere se vogliamo imbarcare in stiva i nostri bagagli a mano, gratuitamente. Altre volte invece, non viene lasciata molta scelta, e si viene praticamente obbligati a farlo. Questo succedere in particolar modo quando si viaggia con le compagnie aeree low-cost, come Ryanair o Easyjet, dove gran parte dei passeggeri porta con sé uno o più bagagli a mano, e le cappelliere dell’aeromobile non sono sufficienti ad ospitare tutti questi bagagli.

E allora come comportarsi in questi casi? Ecco qualche consiglio che ti tornerà utile.

Innanzitutto, se non ti piace l’idea di separarti dal bagaglio a mano, cerca di non arrivare al check-in e al gate all’ultimo minuto; questo incrementa esponenzialmente la possibilità che ti venga imposto di imbracare il bagaglio a mano per mancanza di spazio in cabina. Inoltre, viaggia con un bagaglio a mano morbido, più facile da “modellare” per essere infilato negli spazi disponibili nelle cappelliere. Meglio ancora se le dimensioni permettono di infilarlo sotto il sedile davanti al tuo!

Se non basta e devi necessariamente imbarcarlo in stiva, prenditi il tempo di pensare a cosa hai messo al suo interno e assicurati di rimuovere oggetti di valore. Inoltre, tieni a disposizione un lucchetto aggiuntivo con cui chiudere tale bagaglio.

Quanto costa il bagaglio da stiva

Il prezzo per imbarcare un bagaglio da stiva dipende da peso, dimensioni, quantità, tratta, e solitamente parte da € 8,00 per bagagli fino a 15 kg, ma può superare i € 200,00 per bagagli extra su voli a lungo raggio.

I prezzi più economici sono offerti dalle compagnie aeree low-cost, che propongono tariffe vantaggiose per i bagagli da stiva di piccole dimensioni. In caso invece di bagagli aggiuntivi (oltre a quelli eventualmente inclusi nel biglietto), i costi possono salire vertiginosamente.

Generalmente, le tariffe migliori per i bagagli da stiva, compresi i bagagli extra, si possono acquistare esclusivamente online. In aeroporto le tariffe sono più alte.

Inoltre, ogni compagnia applica delle tariffe aggiuntive nel caso in cui il bagaglio da stiva superi le dimensioni e/o il peso massimo consentito. Generalmente il supplemento per peso extra viene applicato quando si sfora almeno di qualche chilo. Se invece si tratta di un chilo o due, molti operatori al check-in suggeriscono di valutare se è possibile riorganizzare gli oggetti tra tutti i bagagli a disposizione, cercando di evitare l’imbarco di un bagaglio con peso in eccedenza.

Per farti un’idea del costo per imbarcare un bagaglio da stiva, puoi consultare i listini prezzi delle singole compagnie. Qui sotto trovi i link relativi alle tariffe di alcune delle principali compagnie aeree più utilizzate dagli italiani.

Peso del bagaglio da stiva

Il peso massimo del bagaglio da stiva dipende dalla tariffa acquistata dalla compagnia aerea, e va generalmente da 10 kg fino a 32 kg. Molte compagnie rifiutano l’imbarco di bagagli da stiva con peso superiore a 32 kg (alcune permetto l’imbarco considerando tali bagagli come merce, sottoposta a particolare tariffe).

Dal momento che ogni compagnia applica limiti di peso diversi, sulla base della tariffa acquistata (ad esempio economy, economy plus, first class, business class) e sulla base della tratta aerea (nazionale, internazionale, intercontinentale) è importante controllare i limiti di peso e dimensioni al momento dell’acquisto.

Per organizzare in modo pratico e intelligente la valigia, facendoci stare tutto quello che ti serve, segui i nostri consigli nella articolo dedicato a come preparare la valigia perfetta.

Vedi anche:

Come fare la valigia: 13 consigli per una valigia perfetta

Dimensioni del bagaglio da stiva

Bagaglio-da-stiva-peso-e-dimensioni-massime

Per quanto riguarda i limiti di dimensioni, generalmente i bagagli da stiva non possono superare i 158cm (somma di altezza + larghezza + lunghezza).

Molte compagnie consentono il trasporto di bagagli da stiva di dimensioni superiori, entro i 275cm / 300cm, con pagamento di una tariffa extra. In alcuni casi, i bagagli di dimensioni superiori a 275cm / 300cm possono essere trasportati come merce, con apposite tariffe.

Quanto tempo prima del volo va consegnato il bagaglio da stiva

Il bagaglio da stiva va consegnato in aeroporto entro l’orario di chiusura del check-in, anche nel caso di solo scarico bagagli (baggage drop-off).

Ogni compagnia, in base alla lunghezza della tratta (corto, medio e ungo raggio), definisce quanti minuti prima della partenza viene chiuso il check-in. Questa informazione è consultabile sui siti delle singole compagnie aeree.

Per evitare spiacevoli inconvenienti, ti raccomandiamo di completare il check-in e/o consegnare il tuo bagaglio da stiva, almeno un’ora prima del volo, in caso di voli a corto/medio raggio, e almeno 2 ore prima del volo, in caso di voli a lungo raggio.

Cosa fare se il bagaglio da stiva viene smarrito

Bagaglio-da-stiva-smarrito-cosa-fare

Se il tuo bagaglio da stiva viene smarrito, devi seguire questi step:

  1. Raggiungi l’ufficio bagagli smarriti (Lost & Found) presente in aeroporto;
  2. Mostra agli operatori la carta d’imbarco e la ricevuta relativa al bagaglio da stiva (un’etichetta adesiva che viene applicata sulla carta d’imbarco o sul passaporto);
  3. L’operatore ha il compito di capire dove si trova il tuo bagaglio. Spesso il bagaglio è semplicemente in ritardo, perché è rimasto presso l’aeroporto di partenza per qualche motivo, e verrà quindi inviato con il successivo volo nel giro di poche ore (la consegna può avvenire direttamente in aeroporto, o gratuitamente presso il proprio indirizzo);
  4. Se il bagaglio risulta effettivamente smarrito, l’operatore deve farti compilare il modulo PIR (Property Irregularity Report) in cui devi indicare i dettagli del tuo bagaglio e i tuoi recapiti;
  5. Nel caso in cui il bagaglio venga ritrovato, come spesso accade, verrai contattato per concordare la modalità di riconsegna;
  6. Se dopo 21 giorni dalla denuncia di smarrimento, il tuo bagaglio non è stato ritrovato, puoi richiedere un risarcimento direttamente alla compagnia aerea (l’importo massimo che potresti ottenere si aggira intorno ai €1200).

Avendo provato questa esperienza di persona, ci sentiamo di darti un paio di consigli.

Se ti accorgi che il tuo bagaglio non arriva sul rullo, e continuano a giare gli stessi bagagli, non aspettare troppo e recati subito presso l’ufficio bagagli smarriti. Infatti, soprattutto negli aeroporti più trafficati, potresti trovare numerose persone in attesa di richiedere informazioni (sia passeggeri del tuo volo, ma anche di molti altri voli) e l’attesa potrebbe diventare lunga. Se non viaggi solo, manda subito qualcuno all’ufficio se ti sembra che non ci sia il tuo bagaglio.

Inoltre, molte assicurazioni di viaggio offrono a prezzi molto convenienti, dei buoni risarcimenti anche nel caso di ritardi nella consegna, danneggiamenti al bagaglio non coperti dalle compagnie oppure per il furto dello stesso nel corso del viaggio. Ne parliamo nel nostro articolo dedicato alle migliori assicurazioni di viaggio.

Vedi anche:

Le migliori assicurazioni viaggio del 2021: confronto e guida alla scelta

Ora che conosci perfettamente le informazioni e le regole più importanti sui bagagli da stiva, non ti resta che preparare il tuo e partire per una nuova avventura. Se hai ancora qualche dubbio o se vuoi condividere consigli utili, lascia un commento in fondo all’articolo.

Potrebbero interessarti:

Iscriviti alla newsletter

Sconti per viaggiare, novità e consigli di viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *