Cosa vedere ad Aosta in un giorno o weeknd

Cosa vedere ad Aosta e dintorni in un giorno o in un weekend

Luca e Bea, autori di ViaggiareVerde.it

La Valle d’Aosta è una regione davvero ricca di storia e di fascino con i suoi castelli, le fortezze arroccate, e alcune delle cime alpine più belle d’Italia. Il suo capoluogo, Aosta, conserva orgogliosa i ricordi del passato romano e in questo articolo vogliamo darti tutti i nostri consigli su cosa vedere nel centro della città.

Se sei solo di passaggio o hai poco tempo a disposizione, sappi che il centro di Aosta si può visitare tranquillamente in un solo giorno, o anche in poche ore passeggiando tra i monumenti e i luoghi più importanti, e se hai a disposizione un intero weekend, puoi trovare il tempo per esplorare anche i luoghi più caratteristici nei dintorni.

Il punto da cui ti consigliamo di iniziare la visita è la Piazza Chanoux, dietro la quale trovi un comodo parcheggio (a pagamento).

Vedi indicazioni parcheggio su Google Maps

Un consiglio prima di iniziare: se vuoi visitare i monumenti della città di Aosta, considera di acquistare il biglietto cumulativo. Acquistandolo hai diritto ad un ingresso al Teatro romano, al Criptoportico forense, alla Chiesa Paleocristiana di San Lorenzo e Museo archeologico regionale. Alla data in cui scriviamo il biglietto cumulativo è venduto al prezzo di:

  • € 7 (intero) 
  • € 5 (ridotto studenti, gruppi di minimo 25 persone, possessori di skipass stagionali, convenzionati FAI, Touring Club etc.)
  • € 2 (ridotto 6-18 anni)

Piazza Chanoux, il centro di Aosta

Per iniziare la visita al centro di Aosta, il punto migliore è Piazza Chanoux, dalla quale si diramano le vie principali della città.

Questa ampia piazza è intitolata al martire valdostano Émile Chanoux, caduto per mano dei nazifascisti nel ’44, e su di essa si affacciano alcuni degli edifici più importanti di Aosta, come il Municipio, inaugurato nel 1839, e l’Hôtel des Etats, costruito più di 100 anni prima, e ora sede di uffici del comune.

Noi ci siamo fermati qualche minuto al Cafè du Centre, posizionato proprio al centro, di fronte al monumento al soldato valdostano, un ottimo punto per osservare il viavai di turisti e aostani che popolano la piazza. Infine, per chi viaggia con bambini (o chi non ha voglia di esplorare a piedi) da Piazza Chanoux è generalmente disponibile un trenino turistico che passa per i punti più noti della città.

Vuoi dare una sbirciatina prima di partire? Guarda la webcam del centro di Aosta o dei luoghi più noti della Valle d’Aosta.

Porta Pretoria

Porta Pretoria ad Aosta

Dopo avere fatto quattro passi nella piazza, lascia il Municipio alle tue spalle e prosegui verso sinistra in direzione Porta Pretoria (non puoi sbagliare, segui Via Porta Pretoria).

Dopo pochi passi troverai uno dei simboli più imponenti del passato romano, la Porta Pretoria. Questa era la porta orientale che permetteva di accedere alla città romana di Augusta Prætoria Salassorum, oggi semplicemente Aosta.

Attraversando le sue arcate, pensa che qui, più di duemila anni fa, passavano i carri dell’impero romano che rifornivano questa città fortificata, punto strategico per il controllo della Pianura Padana.

Teatro Romano di Aosta

Se vuoi fare un altro salto nelle origini romane della città, svolta a sinistra subito prima della Porta Pretoria e dopo pochi metri troverai le rovine del Teatro Romano di Aosta.

Purtroppo il passaggio di molte altre dominazioni sulla città di Aosta ha lasciato segni profondi su questo edificio, che non è giunto a noi nelle stesse condizioni della Porta Pretoria o dell’Arco di Augusto, ma il Teatro Romano, con la sua facciata ad arcate alta ben 22 metri, conserva il suo fascino di un tempo, quanto scaldava gli animi di quattromila spettatori.

Arco di Augusto di Aosta

Arco di Augusto ad Aosta

Tornando indietro, dopo aver attraversato la Porta Pretoria prosegui dritto su Via Sant’Anselmo. Lungo questa via puoi trovare caffè, negozi e pasticcerie. Non aver fretta di arrivare fino in fondo, quello che troverai è lì da qualche secolo ormai, e fai come noi: entra in una pasticceria e assaggia le Tegole Valdostane, dei biscotti tipici della Valle d’Aosta a base di mandorle e nocciole, perfetti da gustare passeggiando in città.

Dopo questa sosta obbligatoria, prosegui dritto fino ad arrivare alla piazza che ospita l’imponente Arco di Augusto, un monumento celebrativo in pietra eretto nel 25 a.C. (e restaurato nel ‘900) per celebrare il dominio romano sul territorio.

Criptoportico Forense

Dopo aver ammirato l’imponente Arco di Augusto, torna indietro verso Piazza Chanoux, attraversa il portico (dietro alla statua del soldato valdostano) e il parcheggio fino a trovarti su via Monsignor de Sales. Da qui, prosegui verso sinistra per sbucare in Piazza Papa Giovanni XXIII, da cui potrai accedere al Criptoportico Forense.

Prima che il nome ti spaventi, se anche tu non sei un maestro dell’architettura romana, un criptoportico altro non è che un corridoio al coperto, generalmente sotterraneo, che faceva da “passaggio di servizio” nascosto nei fori o nelle ville romane. In questo caso, come suggerisce il nome, il criptoportico si trovava sotto al Foro di Augusta Prætoria Salassorum, e tra le sue funzioni c’era anche quella di regolarizzare la pendenza del terreno di quella parte della città.

Se non soffri di claustrofobia, prenditi il tempo per una visita a questo monumento sotterraneo così ben conservato, valorizzato da un video che ne ripercorre le fasi di costruzione.

Cattedrale di Aosta

Dopo aver girato nei sotterranei della città, nella stessa zona puoi visitare la Cattedrale di Santa Maria Assunta, che sorge proprio sopra il criptoportico, nell’area che un tempo ospita il Foro romano. Prenditi qualche minuto per ammirare gli affreschi che decorano l’imponente facciata cinquecentesca della cattedrale.

Dove dormire ad Aosta

Prima di passare ai luoghi più interessanti da vedere nei dintorni, vogliamo darti qualche suggerimento su dove alloggiare in città.

Aosta infatti può essere un ottimo punto di partenza per i luoghi e i monumenti più noti della regione e offre anche una buona scelta in termini di alloggi dove dormire.

Se sei in cerca di un alloggio molto centrale, comodo per visitare Aosta in lungo e in largo, il Duca D’Aosta Hotel potrebbe essere la scelta ideale, un hotel elegante e curato nei dettagli, appena ristrutturato per offrire tutti i comfort ai viaggiatori.

Se preferisci invece un bed & breakfast, quindi con colazione inclusa, dai un’occhiata a Le Reve Charmant, anche’esso centralissimo e molto accogliente con il suo stile alpino (non manca ovviamente il deposito sci).

Dove dormire

Duca D'Aosta Hotel

La scelta migliore per soggiornare in centro ad Aosta

Booking Altri hotel e alloggi in questa zona

Esperienze originali da fare nei dintorni di Aosta

Tra le varie esperienze che potrai vivere ad Aosta e dintorni, non devi assolutamente perderti la bottega di Saint-Pierre, situata nell’omonimo e caratteristico comune valdostano a circa 800 metri di altitudine; di proprietà di Enrico Massetto, un giovane artigiano, ma soprattutto un grande artista, che ha deciso di dare libero sfogo alla sua fantasia. È proprio qui che prendono vita, da un semplice pezzo di legno, personaggi simpatici e dallo stile fumettistico che richiamano la tradizione alpina e vengono realizzati utilizzando materie prime del territorio.

Una visita senza dubbio alternativa ed originale, per uscire dalle solite rotte del turismo di massa, che ti permetterà di immergerti nella vera tradizione locale e di acquistare qualche souvenir originale, autentico e di qualità.

Un altro luogo interessante che vi consigliamo di visitare ancora prima di raggiungere il centro di Aosta, è Amorland, l’azienda agricola di Elisa e Massimo, due giovani ragazzi che da qualche anno hanno realizzato il loro sogno: vivere a stretto contatto con la natura, allevando e coltivando in modo sostenibile, nel pieno rispetto degli animali e del territorio.

Presso Amorland potrai scegliere tra diverse esperienze interessanti come la Wildlife Experience, un escursione guidata nel bosco in cui imparerai le tecniche per orientarti e sopravvivere nella natura, o la Farm Experience, dove scoprirai l’allevamento di Amorland ed entrerai in contatto con i suini della fattoria, esperienza perfetta anche per i bambini.

Al termine della visita potrai acquistare i prodotti gastronomici della fattoria, oppure fermarti per un aperitivo o un pranzo degustando i prodotti tipici del territorio.

Cosa vedere nei dintorni di Aosta

Una volta conclusa la visita ai principali monumenti e punti di interesse di Aosta, è tempo di rimettersi in viaggio ed esplorare i dintorni.

In Valle d’Aosta, nei pressi del capoluogo, ci sono decine e decine di luoghi che meritano una visita ma se il tempo è limitato, cerca almeno di prenderti qualche ora per vistare i più importanti.

Se ad esempio torni verso Milano, Torino o Genova, troverai sulla tua strada il Castello di Fenis e il Forte di Bard, e quindi perché non fermarsi a dare un’occhiata.

Proseguendo invece in direzione opposta, quindi verso Courmayeur, potresti fare una piccola deviazione per visitare la graziosa La Thuille.

Ecco quindi qualche idea su cosa vedere nei pressi di Aosta.

Forte di Bard

Se stai esplorando la Valle d’Aosta, prenditi un paio d’ore per visitare il Forte di Bard, una “fortezza di sbarramento” costruita nell”800 e rimasta pressoché immutata fino ad oggi.

Questo complesso, arroccato su una piccola altura, e si compone di 3 corpi separati, chiamati opere (l’Opera Ferdinando, l’Opera Vittorio, e in cima l’Opera Carlo Alberto), posizionati a tre diversi livelli d’altezza. Niente paura però, per raggiungere il punto più alto, da cui ammirare la vallata sottostante, è possibile utilizzare dei comodi ascensori panoramici che dal borgo di Bard portano fino all’Opera Carlo Alberto.

In cima al complesso vengono spesso ospitati eventi e mostre, di cui puoi scoprire di più sul sito ufficiale del Forte di Bard.

I biglietti si possono acquistare il loco oppure online, senza obbligo di prenotazione (eccetto per i gruppi).

Castello di Fénis

Castello di Fènis vicino ad Aosta

Visto che la Valle d’Aosta ospita fiera decine di castelli, almeno uno di essi va inserito nel proprio itinerario. Il Castello di Fénis, si trova a circa 20 minuti d’auto dal centro storico di Aosta ed è quindi una tappa perfetta da visitare nei dintorni.

Per visitare il castello devi acquistare i biglietti online, prenotando data e fascia oraria, anche se sei in viaggio solo in coppia o in famiglia. Sulla pagina ufficiale dedicata al Castello di Fènis trovi tutti i riferimenti utili.

Appena arrivato nei pressi del Castello, ti accorgerai che questo, a differenza di molti altri nella regione, non è un castello particolarmente arroccato, ma è anzi molto semplice da raggiungere e visitare. Questo perché lo scopo principale di questa struttura era residenziale, non bellico, anche se come ogni castello che si rispetti godeva del suo appartato difensivo.

La Thuille

La Thuille vicino ad Aosta

Se dal centro di Aosta ti dirigi verso ovest, quindi verso la Francia, fermati a fare una passeggiata a La Thuille, una graziosa cittadina, adornata dai fiori in ogni suo angolo e racchiusa tra le montagne. Durante il periodo invernale questa cittadina è un ottimo punto di partenza per divertirsi nel suo comprensorio sciistico, l’Espace San Bernardo, che offre decine di piste adatte ad ogni età e livello. Nel periodo estivo invece è possibile partire da qui per le escursioni di trekking, o per visitare il Giardino Botanico Alpino Chanouisa, perfetto per famiglie e bambini.

Durante tutto l’anno La Thuille è anche un ottimo paesino dove rilassarsi gustando le specialità tipiche della Valle d’Aosta in uno dei ristorantini, e perché no, acquistando qualche “souvenir gastronomico” come un bel pezzo di toma valdostana o di fontina d’alpeggio.


Con questi spunti sui luoghi più belli da vedere ad Aosta e dintorni, dovresti avere tutto quello che ti serve per organizzare una giornata o un weekend all’insegna dell’esplorazione.

Se hai qualche domanda o suggerimento da condividere con gli altri viaggiatori, lascia un commento qui sotto.

Potrebbero interessarti:

Iscriviti alla newsletter

Sconti per viaggiare, novità e consigli di viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *