Ferrara cosa vedere

Ferrara: cosa vedere, come muoversi e dove dormire

Luca e Bea, autori di ViaggiareVerde.it

Splendida città d’arte definita da molti come “Città delle Biciclette”, Ferrara ammalia ogni anno migliaia di turisti con la sua atmosfera tranquilla e rilassata, e con le sue bellezze storiche in cui si fondono armoniosamente Medioevo e Rinascimento creando una città dall’aspetto unico. Proprio questa è una delle caratteristiche che hanno permesso alla città di essere inserita nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Vogliamo quindi portarti alla scoperta di Ferrara, raccontandoti cosa vedere a Ferrara, con dritte e suggerimenti per spostarti e soggiornare in città. Partiamo!

Castello Estense di Ferrara

Castello Estense di Ferrara
CC BY-SA 2.0 elvum

Costruito nel quattordicesimo secolo per volere del marchese Nicolò II d’Este, il Castello Estense è il simbolo per eccellenza della città di Ferrara. Costruito come luogo “rifugio”, divenne con il passare degli anni la residenza degli Estensi e si trasformò da complesso militare in una sfarzosa dimora di corte.

Oggi una visita al Castello ti permetterà di scoprire appartamenti, cucine, prigioni, giardini e tanto altro viaggiando in quella che era la vita quotidiana di una delle famiglie più potenti di tutta Europa; inoltre, non perderti la salita alla Torre dei Leoni, un ottimo punto panoramico che ti permetterà di ammirare Ferrara da un diverso punto di vista.

Per orari d’accesso, tariffe e altre informazioni utili, puoi consultare il sito ufficiale del Castello Estense di Ferrara.

Cattedrale di Ferrara

Costruita nel dodicesimo secolo, il Duomo di Ferrara, dedicato a San Giorgio, è situato vicino al Castello Estense e rappresenta il luogo di culto più importante della città. Costruzione a dir poco imponente, la Cattedrale porta con sé i segni delle diverse epoche storiche che si sono susseguite nel tempo: dallo stile barocco del campanile, allo stile gotico degli elementi decorativi presenti sulla facciata.

Una volta giunti davanti alla Cattedrale la prima cosa che catturerà la tua attenzione sarà la maestosa facciata di marmo bianco al cui centro si trova il portale che raffigura San Giorgio che uccide il drago con diverse scene della vita di Cristo che si sviluppano nella parte sottostante.

Palazzo dei Diamanti

Palazzo dei Diamanti Ferrara

Il rappresentante per eccellenza del Rinascimento italiano a Ferrara, il Palazzo dei Diamanti venne realizzato alla fine del Quattrocento dalla famiglia d’Este che decise di valorizzare la città ampliando i confini e costruendo questa meravigliosa testimonianza che cattura ancora oggi tutti i visitatori che passano nelle sue vicinanze.

A rendere così curiosa questa struttura sono i suoi 8500 blocchi di marmo tagliati a forma di diamante che grazie al loro orientamento creano bellissimi effetti di luce.

Oggi, il Palazzo dei Diamanti, ospita al suo interno la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea della città, e la Pinacoteca Nazionale con diverse opere di prestigio realizzate da pittori importanti come Cosmè Tura, Andrea Mantegna, Dosso Dossi e Ercole de Roberti.

Via delle Volte

Via delle Volte Ferrara

Uno dei punti più magici e ricchi di fascino è sicuramente quello che si trova in “Via delle Volte”, una strada stretta e acciottolata in cui ancora oggi è possibile ammirare il passato medievale della città degli Estensi. Le numerose volte presenti, da cui appunto prende il nome questa famosa via, sono a tutto sesto e ad ogiva e si ripetono lungo tutta la lunghezza della strada da cui svettano edifici storici risalenti al quattordicesimo e quindicesimo secolo. 

Puoi raggiungere Via delle Volte, partendo dal Castello Estense, con una passeggiata di circa 10 minuti e se capiti in questa zona durante l’ora dei pasti puoi approfittare e fermarti in uno dei tanti ristoranti tipici

Palazzo Schifanoia

Dall’esterno questo imponente edificio potrebbe quasi passare inosservato, non avendo più memoria degli affreschi originali, ma vale davvero la pena entrare al suo interno per fare un tuffo nel passato trecentesco e quattrocentesco della città di Ferrara.

Il bizzarro nome del palazzo, “Schifanoia”, voleva indicare la funzione principale di questo luogo, schifare, o scacciare, la noia. L’edificio era infatti luogo di riposo e di svago per la corte estense, che nel corso degli anni fece realizzare maestose opere artistiche.

Purtroppo i secoli di storia hanno cancellato parte dei decori rinascimentali, ma rimane ancora molto da vedere, come gli affreschi realizzati da artisti ferraresi rappresentanti divinità pagane, scene di vita quotidiana e simboli astrologici.

Piazza delle Erbe e del Municipio

Piazza Trento e Trieste Ferrara

Piazza delle Erbe, oggi conosciuta sotto il nome di Piazza Trento Trieste è il luogo di incontro degli abitanti di Ferrara; è infatti da circa due secoli che proprio in questa piazza si svolge il mercato di frutta e verdura, ed è proprio in questa parte della città che si concentrano i simboli del potere della città come il Duomo di San Giorgio, il Palazzo della Regione o la Loggia dei Merciai.

Di fronte al Duomo di San Giorgio puoi accedere al Palazzo del Municipio; qui si trova lo Scalone d’Onore che portava alla prima residenza degli Este: è proprio qui che visse Lucrezia Borgia, figlia del cardinale Borgia, e morì Federico da Montefeltro, conosciuto come Duca di Urbino. 

Ghetto Ebraico e Sinagoghe

Nel quartiere medievale di Ferrara si possono ammirare ancora oggi le memorie di una delle comunità ebraiche più importanti di Italia; proprio via Mazzini era il centro in cui in passato erano concentrati i negozi e i locali ebrei. Ancora oggi sono attive le Sinagoghe e il Museo Ebraico, dove sono conservati oggetti sacri della comunità ebraica.

Passeggiando per il quartiere è possibile visitare il Forno delle Azzime e la Ex Scuola ebraica, che dopo la promulgazione delle leggi razziali, fu il luogo in cui venivano ospitati gli ebrei espulsi dalle scuole pubbliche cittadine. È proprio qui che insegnò lo scrittore e politico Giorgio Bassani.

Come arrivare, dove parcheggiare e come muoversi a Ferrara

Come arrivare a Ferrara

Per arrivare a Ferrara le soluzioni principali sono tre:

Raggiungere Ferrara in auto

Se arrivi a Ferrara in auto, tieni presente che il centro storico è zona a traffico limitato (ZTL), quindi dovrai lasciare la macchina in uno dei parcheggi nei dintorni. A Ferrara sono presenti tante aree di sosta, e se vuoi farti un’idea su dove parcheggiare, ancor prima di partire, puoi consultare il sito Ferrara TUA che si occupa di molte aree parcheggio cittadine. Per visitare il centro storico i parcheggi più comodi sono quello di Borgoricco, Piazza Sacrati o Piazza Fausto Beretta.

Raggiungere Ferrara in treno

L’altra opzione più gettonata è raggiungere la città in treno. La stazione dista infatti solo 1,5 chilometri dal centro, raggiungibile in circa 20 minuti a piedi (ancora meno noleggiando una bici). Uscendo dalla stazione, con i binari alle tue spalle, tieni la sinistra e imbocca Viale della Costituzione, proseguendo poi su Viale Cavour; questo ti porterà dritto dritto al Castello Estense.

Raggiungere Ferrara in autobus

Infine, l’ultimo modo per raggiungere Ferrara è in autobus. Flixbus collega le principali città italiane a Ferrara e ferma in Piazza della Stazione (quindi puoi seguire le istruzioni al punto precedente per raggiungere il centro in pochi minuti). In alternativa, se ti trovi già in Emilia-Romagna, puoi prendere un autobus della compagnia Tper (Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna). Puoi consultare le linee e gli orari sul sito ufficiale.

Una volta arrivato, il modo migliore per muoverti in città e a piedi oppure, se non ami troppo camminare, puoi muoverti in bicicletta. Per noleggiare una bicicletta puoi rivolgerti in uno dei tanti nolo bici della città (c’è n’è uno anche in zona stazione ferroviaria), ma se sei più tecnologico puoi prendere anche una bici con il bike-sharing di Mobike. Ti basta scaricare l’app Mobike sul tuo telefono.

Dove dormire a Ferrara

Dove dormire a Ferrara

Se stai cercando il posto giusto dove dormire a Ferrara, magari nel centro storico per svegliarti nel cuore della città, hai a disposizione decine di ottime opzioni. Ecco le principali che ci sentiamo ti suggeriti, in base al budget a tua disposizione:

  • Se cerchi una soluzione super-economica per dormire in centro a Ferrara, puoi orientarti sull’affittacamere Stella De’ Tolomei, nei pressi dell’Università di Ferrara. Qui puoi trovare camere doppie, triple o famiglia a prezzi davvero economici, soprattutto se scegli camere con bagno in comune.
  • Se vuoi dormire a Ferrara spendendo poco, e cerchi quindi una soluzione conveniente, dal buon rapporto qualità-prezzo, ti consigliamo di prendere in considerazione l’Hotel Carlton. Si trova infatti a 5 minuti dal Castello e dal Teatro Lirico, offre un parcheggio auto privato (ti toglie un problema se arrivi in auto e ti fa risparmiare la tariffa di sosta) e mette a disposizione delle bici da noleggiare. Le camere sono moderne e curata, e per finire la colazione è inclusa nella tariffa.
  • Se il tuo budget è un po’ più alto e cerchi una soluzione top, a pochissimi passi dal Castello Estense, allora potresti soggiornare nelle camere dell’Hotel Annunziata, un quattro stelle con terrazza panoramica sul castello, visibile anche da alcune camere. A completare il tutto un’ottima colazione a buffet, il servizio nolo biciclette e se avete amici a quattro zampe in viaggio con voi, qui potete portarli senza preoccupazioni.

Dove dormire

Hotel Carlton

Un tre stelle in posizione centrale, con camere curate nei dettagli e ottimo rapporto qualità/prezzo

Booking Altri hotel e alloggi in questa zona

Con tutti questi consigli dovresti essere pronto per scoprire il meglio di Ferrara, muovendoti comodamente in città e rilassandoti in ottime strutture del centro storico. Se hai bisogno di altri suggerimenti per visitare la città, o se vuoi condividere la tua esperienza con altri viaggiatori, lascia un commento in fondo all’articolo.

Potrebbero interessarti:

newsletter-form_character

Iscriviti alla newsletter

Ricevi novità, consigli, idee e ispirazioni per viaggiare!

Niente spam | In media una email al mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *