Red-eye flight cosa significa

Red-eye flight: cosa significa e cosa devi sapere su questo genere di volo

Luca e Bea, autori di ViaggiareVerde.it
Offerte Flash Booking.com

Solo per 36 ore, sconti di almeno 30% su hotel e alloggi in tutto il mondo (termina sabato ore 10:00)

Stai prenotando un il tuo prossimo volo areo e vedi alcune opzioni che indicano red-eye flight oppure volo red-eye?

In questo articolo ti spieghiamo cos’è questo genere di volo, cosa comporta, e quali sono i principali vantaggi e svantaggi sotto ogni punto di vista.

Ma senza tergiversare, chiariamo subito cosa significa prendere un volo red-eye.

Cosa significa volo red-eye

Con il termine red-eye flight si intende un volo che parte di sera o di notte e che arriva a destinazione il giorno seguente, solitamente al mattino.

Nella maggior parte dei casi si tratta di voli lunghi almeno 5-6 ore, come quelli che sorvolano gli Stati Uniti da costa a costa, oppure quelli che attraversano gli oceani.

Si utilizza il termine “red eye”, ovvero “occhio rosso”, perché alcuni viaggiatori, dopo un volo nelle ore notturne, arrivano a destinazione con un po’ di stanchezza, e quindi con gli occhi rossi.

Ovviamente tutto dipende dalla tua capacità di riuscire a dormire sul volo, e per questo puoi leggere i nostri consigli per prepararti ad un volo red-eye, più avanti in questo articolo.

Vedi anche:

Trovare voli economici: guida 2020 per volare spendendo poco

Vantaggi e svantaggi dei voli red-eye

Chiarito di cosa si tratta, passiamo ai vantaggi e agli svantaggi dei voli red-eye, così da capire se nel tuo caso vale la pena scegliere questa tipologia di volo.

VANTAGGI

  • Più tempo a disposizione per il tuo viaggio: se parti di notte e arrivi a destinazione la mattina seguente, hai tutto il giorno a disposizione per rilassarti o per iniziare ad esplorare. Partendo invece negli orari più classici, come metà mattinata o primo pomeriggio, arriveresti a destinazione di pomeriggio o di sera, “perdendo” quasi tutto il primo giorno. Lo stesso discorso vale per il ritorno: prendendo un volo la sera tardi hai a disposizione quasi tutto il tuo ultimo giorno per fare quello che vuoi.
  • Minor prezzo del biglietto: in alcuni casi, scegliere un volo che includa tratte notturne ti permette di risparmiare qualche soldo su costo del biglietto. Infatti molti viaggiatori preferiscono viaggiare in orari più tradizionali, e più costosi, mentre i voli red-eye vengono di solito venduti ad un prezzo più vantaggioso.
  • Nessun costo per dormire: se scegli un volo che arriva a destinazione di sera, non hai altra opzione se non quella di prenotare un hotel per la notte in cui arrivi. Quel giorno quindi non avrai visitato nulla, visto l’orario di arrivo, ma dovrai pagare per un alloggio. Se invece sfrutti l’areo come “alloggio” per quella stessa notte, arriverai a destinazione la mattina presto, con tutto il giorno a disposizione, ma senza aver pagato nulla di più per la notte trascorsa.
  • Meno traffico e meno persone: partendo o arrivando di notte, ti risparmi anche il traffico e il caos che, nelle città più grandi, si crea nelle ore di punta intorno e verso l’aeroporto.

SVANTAGGI

  • Difficoltà a dormire: se i vantaggi di un volo notturno sono interessanti, devi però tenere presente anche l’altra faccia della medaglia. Potresti non riuscire a dormire sull’aereo, sopratutto se non hai portato con te qualche accessorio che ti aiuti a farlo (vedi sotto). Arrivare a destinazione senza aver chiuso occhio rende più pesante il primo giorno, e potresti non essere in forma per partire all’esplorazione. Quindi, se pensi che bene o male qualche ora di sonno riuscirai a farla, un volo red-eye potrebbe essere la scelta più vantaggiosa e conveniente; se invece per esperienza sai che non riuscirai assolutamente a chiudere occhi, nemmeno con qualche accessorio a tuo seguito, allora scegli un volo in orari più tradizionali.
  • Organizzazione dei trasporti: per la partenza da casa, probabilmente non dovresti avere grandi problemi nell’organizzare il trasporto verso l’aeroporto, anche se questo avviene di notte. Quando arrivi a destinazione però, dovresti sapere già quali servizi sono attivi (taxi, bus, metropolitana, navette private degli hotel, etc.) al tuo orario di arrivo, che potrebbe essere nelle primissime ore del mattino. Lo stesso discorso vale per il rientro a casa: se il tuo volo di ritorno è un volo red-eye, verifica quali servizi di trasporto sono attivi in tarda serata / notte, nella città in cui ti trovi.

Consigli per viaggiare con voli red-eye

Ma quindi, come fare per dormire sul volo notturno e arrivare a destinazione freschi e riposati? Ecco qualche consiglio utile.

  • Acquista un posto dal lato finestrino: se sei seduto in mezzo, o ancor peggio sul corridoio, è molto più facile che un tuo vicino ti svegli, alzandosi per andare in bagno, oppure che qualcuno passi dal corridoio toccandoti dentro. Acquistando un posto lato finestrino riduci al minimo la possibilità che questo accada.
  • Indossa abiti comodi: se a casa tua dovessi dormire con addosso jeans e scarpe eleganti, oppure con un abito attillato e tacchi, sicuramente avresti qualche difficoltà più del solito. Sull’aereo non può che essere peggio, quindi se hai intenzione di dormire durante il viaggio, scegli abiti comodi e, anche in primavera/estate, porta con te una felpa o un maglioncino per coprirti. Dopo alcune ore di volo l’aria condizionata potrebbe infastidirti impedendoti di riposare.
  • Cuscino da viaggio: alcune compagnie forniscono una coperta e un piccolo cuscinetto nei voli notturni, ma il più delle volte sono talmente piccoli e sottili da risultare inutili. Quindi procurati un comodo cuscino da viaggio e vedrai che aumenterai di gran lunga le chances di riposare. Se vuoi qualcosa di ultra-compatto, esiste anche il cuscino da viaggio gonfiabile, anche se a nostro avviso sono più comodi quelli classici imbottiti.
  • Mantieni la tua routine: per conciliare il sonno, cerca di fare quello che faresti a casa prima di andare a dormire. Se solitamente leggi un libro, portalo con te, se invece ascolti la musica o guardi un film/serie TV, ricordati di scaricala sul tuo telefono o tablet perché sul volo non avrai la connessione (con Spotify e Netflix puoi scaricare i contenuti per ascoltarli/vederli anche offline)
  • Cuffie antirumore (cancellazione attiva del rumore): un accessorio veramente utile da portare in aereo è un paio di cuffie con cancellazione attiva del rumore (ANC). Si tratta di cuffie che, una volta indossate, isolano completamente dai rumori esterni (ovviamente ci si può anche ascoltare musica, collegarle allo smartphone e così via, come le cuffie tradizionali). Chiudendo gli occhi, ti sembrerà di essere da solo sull’aereo, e dormire sarà molto più semplice senza il brusio dei motori, le voci dei vicini o i suoni delle cuffiette del viaggiatore davanti a te. C’è n’è di ogni tipo, per ogni budget, dalle più semplici Mpow H19, che garantisco un buon isolamento, le ottime Sony WH-CH700 alle più sofisticate Bose 700, che svolgono alla perfezione il loro compito. Un alternativa, non altrettanto efficace ma plausibile, sono i tappi per orecchie.
  • Evita bevande energetiche e caffè: c’è chi dopo un paio di caffè sarebbe in grado comunque di addormentarsi in un istante, ma per molti non è così, e nel dubbio, meglio evitare caffeina e simili nelle ore prima del viaggio o sull’aereo stesso.

Con questi suggerimenti dovresti essere pronto per imbarcarti sul tuo volo notturno, goderti un buon riposo e svegliarti fresco e riposato in una nuova città.

Per non avere l’ansia di aver dimenticato qualcosa, ricordati di controllare la tua valigia con la nostra lista valigia da spuntare.

Se vuoi farci sapere cosa ne pensi, se vale la pena o meno, oppure se vuoi lasciare i tuoi consigli per i voli red-eye, lascia un commento qui sotto.

Potrebbero interessarti:

Iscriviti alla newsletter

Sconti per viaggiare, novità e consigli di viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *